Avviso del Sindaco #Macomer del 06.05.2022

Aggiornamento #Covid-19

Cari concittadini,
dall’osservazione dei dati della piattaforma regionale Sardegna Salute si rilevano 64 persone positive al Covid-19 con una diagnosi da meno di 10 giorni.
Purtroppo, un concittadino risulta ricoverato presso una struttura ospedaliera.
Gli uffici comunali di protezione civile hanno analizzato i dati dei pervenuti dalla piattaforma, dai quali è possibile una disamina per fasce di età: si contano infatti 4 soggetti positivi con una diagnosi da meno di 10 giorni nella fascia di età fino ai 12 anni, 4 nella fascia 13/19 anni, 3 nella fascia 20/26, 35 nella fascia 27/60, 18 nella fascia 61/90 e nessun caso di positività tra gli over 90.

Dal 1° maggio 2022 la Certificazione verde Covid-19, green pass, non è più richiesta per attività e servizi. Resta obbligatoria per accedere come visitatori ai reparti di degenza delle strutture ospedaliere e RSA. Inoltre è richiesta agli ospiti delle RSA per uscite temporanee e continua a semplificare i viaggi in Europa e l’ingresso nel nostro Paese.

Dal 1° maggio al 15 giugno 2022, l’obbligo di utilizzare le mascherine FFP2 è in vigore per:

  • aeromobili adibiti a servizi commerciali di trasporto di persone;
  • navi e traghetti adibiti a servizi di trasporto interregionale;
  • treni impiegati nei servizi di trasporto ferroviario passeggeri di tipo interregionale, Intercity, Intercity Notte e Alta Velocità;
  • autobus e pullman di linea adibiti a servizi di trasporto tra più di due regioni;
  • autobus e pullman adibiti a servizi di noleggio con conducente;
  • mezzi impiegati nei servizi di trasporto pubblico locale o regionale;
  • mezzi di trasporto scolastico dedicato agli studenti di scuola primaria, secondaria di primo grado e di secondo grado;
  • spettacoli aperti al pubblico che si svolgono al chiuso in sale teatrali, sale da concerto, sale cinematografiche, locali di intrattenimento e musica dal vivo e in altri locali assimilati;
  • eventi e competizioni sportive che si svolgono al chiuso.

L’obbligo di indossare dispositivi di protezione delle vie respiratorie è in vigore, fino al 15 giugno, anche per gli utenti, i visitatori e i lavoratori delle strutture sanitarie, socio-sanitarie e socio-assistenziali, incluse le strutture di ospitalità e lungodegenza, le residenze sanitarie assistite (RSA), gli hospice, le strutture riabilitative, le strutture residenziali per anziani, anche non autosufficienti.

È inoltre raccomandato indossare dispositivi di protezione delle vie respiratorie in tutti i luoghi al chiuso pubblici o aperti al pubblico della PA:

  • per il personale che si trovi a contatto con il pubblico (c.d. sportello) e che sia sprovvisto di altre idonee barriere protettive;
  • per il personale che svolga la prestazione in stanze in comune con uno o più lavoratori, anche se si è solo in due, salvo che vi siano spazi tali da escludere affollamenti;
  • nel corso di riunioni in presenza;
  • nel corso delle file per l’accesso alla mensa o altri luoghi comuni (ad esempio bar interni, code per l’ingresso in ufficio);
  • per coloro che condividano la stanza con personale c.d. “fragile”;
  • in presenza di una qualsiasi sintomatologia che riguardi le vie respiratorie;
  • negli ascensori;
  • in ogni caso in cui, anche occasionalmente, si verifichi la compresenza di più soggetti nel medesimo ambiente.

L’obbligo di indossare le mascherine non è comunque previsto per:

  • bambini sotto i 6 anni di età;
  • persone che, per la loro invalidità o patologia, non possono indossare la mascherina;
  • operatori o persone che, per assistere una persona con disabilità, non possono a loro volta indossare la mascherina (per esempio: chi debba interloquire nella L.I.S. con persona non udente).
  • ambienti di lavoro della PA con attività all’aperto, in caso di disponibilità di stanza singola per il dipendente e in ambienti ampi, anche comuni (ad es. corridoi, scalinate) in cui non vi sia affollamento o si mantenga una distanza interpersonale congrua.

Inoltre, non è obbligatorio indossare la mascherina:

  • mentre si effettua l’attività sportiva;
  • mentre si mangia o si beve, nei luoghi e negli orari in cui è consentito;
  • mentre si balla nelle discoteche, nelle sale da ballo e nei locali assimilati;
  • quando, per le caratteristiche dei luoghi o per le circostanze di fatto, sia garantito in modo continuativo l’isolamento da persone non conviventi.

Si rammenta che è possibile prenotare un appuntamento per la vaccinazione anti-Covid-19 (obbligatoria per gli over 50), per i cittadini dai 5 anni compiuti in su, anche per le terze dosi:

L’attività del Centro Operativo Comunale di Protezione Civile è al livello di allerta gialla, come da Ordinanza n. 22 del 04.04.2022, in una fase operativa di attenzione, di presidio e sorveglianza che consente la periodica e costante attività di monitoraggio dell’evoluzione epidemiologica da Covid-19 nel territorio comunale di Macomer.

Macomer, 06.05.2022

Il Sindaco
Antonio Onorato Succu